Servizio Civile Universale

Dal 2023 la Fondazione Pastificio Cerere è sede di accoglienza per il servizio civile universale e partecipa al bando pubblicato dal Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile per la selezione di operatori volontari con un progetto sviluppato insieme ad Arci Servizio Civile Roma Aps.

Il servizio civile universale è la scelta volontaria di dedicare fino a un anno della propria vita al servizio di difesa, non armata e non violenta, della Patria, all’educazione, alla pace tra i popoli e alla promozione dei valori fondativi della Repubblica italiana, attraverso azioni per le comunità e per il territorio. È aperto a tutti i giovani di età compresa tra i 18 e 28 anni (29 non compiuti), anche stranieri regolarmente residenti in Italia.

Leggi l’opuscolo informativo sul Servizio Civile Universale
Opuscolo 2024 – B (politichegiovanili.gov.it)

I progetti realizzati presso la Fondazione Pastificio Cerere:

CITTA’ COME CULTURA: DALLA CONSAPEVOLEZZA CULTURALE ALLA CONTAMINAZIONE DEI TERRITORI (da maggio 2024 a maggio 2025)

Il progetto è parte del programma Città futura: inclusione, cultura, sostenibilità  che ha l’intento di favorire l’accesso, la fruizione e la creazione della cultura, proponendo modelli inclusivi che incoraggiano la partecipazione, la mobilitazione, e il senso di appartenenza alla comunità anche della popolazione più vulnerabile. In particolare, l’obiettivo è  favorire il coinvolgimento attivo delle giovani generazioni nel mondo della cultura, contrastando il divario sociale con una prospettiva di inclusione culturale, educativa e sociale.

 

Scopri maggiori dettagli e informazioni tramite i seguenti link:

ASC Roma | BANDO SCU ordinario 2023: fai servizio civile con noi! (arciserviziocivile.it)
ASC Roma | CITTA’ COME CULTURA: DALLA CONSAPEVOLEZZA CULTURALE ALLA CONTAMINAZIONE DEI TERRITORI (arciserviziocivile.it)

 

CITTÀ COME CULTURA. CONTAMINAZIONI E CONNESSIONI A ROMA (da maggio 2023 a maggio 2024)

Il progetto è parte del programma Roma capitale inclusiva, sostenibile e culturale che ha l’intento di promuovere la fruizione e la creazione della cultura come strumento per combattere la povertà educativa, causa di marginalità e di esclusione sociale. In particolare, l’obbiettivo è il coinvolgimento attivo delle giovani generazioni nel mondo della cultura, contrastando il divario sociale con una prospettiva di inclusione culturale, educativa e sociale.

I volontari selezionati per il progetto sono Paolo Sini e Stefania Damiano:

  • Paolo Sini (Viterbo, 1997) è laureato in giurisprudenza all’Alma Mater Studiourm – Università di Bologna, dopo gli studi iniziata la pratica forense, ha deciso di dedicare un anno alla scoperta di un settore in grado di conciliare due interessi: l’arte e il diritto. Curioso di svolgere un’esperienza in un ambito che da sempre lo affascina e di cui vorrebbe far parte, ha scelto la nostra fondazione per vedere da vicino come vive un ente nel mondo della cultura, creare relazioni e conoscere persone che condividono la stessa passione.
  • Stefania Damiano (Isernia,1998) ha studiato presso l’Università di Roma “La Sapienza” e ha conseguito una laurea in Lettere Moderne. L’arte contemporanea è sempre stata fonte di nuove scoperte e stimoli. Con il progetto del Servizio Civile presso la Fondazione sta approfondendo le sue conoscenze nel mondo della progettazione culturale e ritiene che questa esperienza sia molto formativa. Ad ottobre 2023 ha iniziato un corso di laurea magistrale in Storia dell’arte, così da unire istruzione e formazione professionale e con l’intento di soddisfare la sua insaziabile curiosità per l’arte.

Scopri maggiori dettagli e informazioni tramite i seguenti link:

ASC Roma | BANDO SCU ordinario 2022: fai servizio civile con noi! (arciserviziocivile.it)
ASC Roma | CITTÀ COME CULTURA. CONTAMINAZIONI E CONNESSIONI A ROMA (arciserviziocivile.it)